Tirocinio Laurea Abilitante (D. Interministeriale n. 651)


il Decreto concerne le modifiche dell’ordinamento didattico necessarie per rendere la laurea concretamente abilitante , individua le modalità di svolgimento del tirocinio pratico valutativo (TPV) e della prova pratica di valutazione dello stesso, volta ad accertare il livello di preparazione tecnica del candidato per l’abilitazione all’esercizio della professione.

Il Protocollo in materia di Tirocinio Pratico-Valutativo (TPV), sottoscritto a settembre 2023 dal Presidente della FOFI Dott. Andrea Mandelli e dal Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Prof. Salvatore Cuzzocrea, è approvato e definitivo ed è riportato qui di seguito:

Protocollo sul tirocinio pratico-valutativo ( clicca qui )

Si evidenzia, in particolare, quanto segue:

  • l’attività di tirocinio deve essere svolta per non più di 40 ore a settimana, per un totale di 900 ore, di cui almeno 450 da svolgersi presso una farmacia aperta al pubblico;
  • il tirocinio può essere svolto anche all’estero, previa verifica di conformità dei contenuti didattici con le vigenti normative e previa autorizzazione da parte dell’università, sentito l’Ordine professionale territorialmente competente;
  • il tirocinio può essere svolto, anche per periodi non continuativi in ogni caso non inferiori a un mese, in un numero di sedi ospitanti non superiore a tre;
  • l’Ordine dei Farmacisti, nel cui ambito territoriale ha sede la farmacia ospitante, la farmacia ospedaliera oppure i servizi farmaceutici territoriali, vigila sul regolare svolgimento dell’attività di tirocinio;
  • nel TPV è previsto il diretto coinvolgimento, tramite un collegamento operativo -in fase di attuazione- alla Rete Unica Federale Tirocini , delle seguenti figure: FARMACIA OSPITANTE, TUTOR PROFESSIONALE, TIROCINANTE, TUTOR ACCADEMICO e SEGRETERIA UNIVERSITA';
  • Condizione necessaria per l'attivazione di ciascun tirocinio è la sottoscrizione della "Convenzione" tra l'Ateneo a cui afferisce il corso e l’Ordine provinciale dei farmacisti o l’Azienda sanitaria o l’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di riferimento della farmacia. L’Accordo tra l’Ateneo e l’ASL o IRCCS, ai fini del TPV, è sottoscritto in conformità al protocollo e viene trasmesso all’Ordine competente per territorio.

Ciascuna farmacia territoriale che intenda accogliere studenti universitari in Farmacia e Farmacia industriale (LM-13) per lo svolgimento del Tirocinio universitario dovrà preventivamente inoltrare apposita richiesta di adesione all’Ordine dei farmacisti della provincia dove ha sede, sottoscritta dal titolare/direttore, allegando il Protocollo TPV stesso, al quale si dovrà attenere scrupolosamente.

Ogni domanda di adesione sarà sottoposta alla valutazione del Consiglio Direttivo dell’Ordine per la sua accettazione e il successivo inserimento nell’Elenco provinciale delle Farmacie abilitate ad accogliere tirocinanti ; a tale elenco (pubblicato qui di seguito) faranno riferimento, oltre agli studenti, anche gli uffici competenti delle Università.



ELENCO DELLE FARMACIE ABILITATE AD OSPITARE TIROCINANTI

MODULO RICHIESTA DI ADESIONE FARMACIE:
Per Università di Trieste
Per Università di Padova

CORSO FAD PER TUTOR PROFESSIONALE (verrà reso disponibile a breve)

INDICAZIONI OPERATIVE PER ATTIVARE IL TIROCINIO PRESSO UNA FARMACIA

ACCESSO RETE UNICA FEDERALE -AREA TIROCINI per studenti e Università

DIARIO DEL TIROCINANTE CARTACEO chiedere alla Segreteria

Cerca nel sito