< Torna ai corsi

CORSO FAD GRATUITO ABUSO FARMACI E SOSTANZE STUPEFACENTI

 "Abuso farmaci e sostanze stupefacenti" (Clicca qui)

 

Oltre al continuo modificarsi dello scenario delle sostanze d'abuso, anche il profilo del ‘consumatore' è in via di trasformazione, sempre più proiettato verso l'utilizzo del web per l'acquisto e lo scambio di informazioni sulle caratteristiche chimiche, farmacologiche e cliniche delle nuove sostanze psicoattive (NSP) in commercio. Il termine “nuovo” si riferisce però all'utilizzo come sostanza d'abuso e non alla sintesi della molecola.
Altri termini spesso usati sono “designer drugs”, ad indicare la natura sintetica a differenza delle “herbal highs”; e “legal highs”, sottolineando la possibilità che tali sostanze aggirino i controlli di legge previsti.
Spesso, al di là del consumo meramente ricreazionale e l'automedicazione, un'importante quota di consumatori assumono sostanze a scopo prettamente “sperimentale” (i cosiddetti “psiconauti”).
Inoltre, poiché le NSP vengono principalmente acquistate online, sia nel surface web (cosiddetto web di superficie) che nel deep web (cosiddetto web nascosto o di profondità), risultano facilmente reperibili soprattutto per la popolazione giovanile. Questo è facilitato dalla relativa economicità di queste molecole.
Oltre al consumo di sostanze ricreazionali classiche (e.g. cannabis; cocaina, eroina) negli ultimi anni si è diffuso il femomeno dell'abuso dei medicinali (pharming), sia di prescrizione che da banco. Questo particolare abuso è molto pericoloso poiché, al fine di indurre degli effetti ricreativi le molecole vengono assunte in dosaggi anche 20-30 volte il limite prescrittivo, portando ad alti rischi per la salute dell'individuo.
Diverse classi di farmaci hanno dimostrato potenziale d'abuso. Oltre alle benzodiazepine e ai farmaci oppioidi, troviamo: i gabapentinoidi, alcuni anticolinergici, farmaci stimolanti, antidepressivi, ed alcuni antipsicotici. L'assunzione di massicce dosi di loperamide, un noto antidiarroico, invece, sembrerebbe indurre principalmente euforia, ma a costo di un alto rischio di depressione respiratoria e morte.
Il corso si prefigge pertanto di fornire al farmacista una panoramica completa degli aspettti sia teorici che clinici relativi a queste tematiche cosi complesse ed in continua, rapidissima, evoluzione.

Cerca nel sito