ORARI SEGRETERIA


Dal lunedì al giovedì
dalle ore 10.30 alle ore 16.00
Il venerdì
dalle ore 10.30 alle ore 14.00

COORDINATE

IBAN: IT 14 Q 01030 12080 000002787137

Banca Monte dei Paschi di Siena - Tesoreria Enti - sede di Treviso, Piazza dei Signori

News

Progetto Nazionale Cefalee 2016

 

PROGETTO CEFALEE 2016


Con la collaborazione di FOFI, del Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco dell'Università  di Torino, di Fondazione Italiana Cefalee Onlus e dell' ASL di Torino3 è  nato  il "Progetto Nazionale Cefalee e Farmacia di Comunità", la cui finalità è intercettare in farmacia il paziente cefalalgico al momento della richiesta di un medicinale di automedicazione per il mal di testa, e coinvolgere così attivamente il farmacista di comunità. Referente del progetto per la provincia di Treviso è il Consigliere dott.ssa Daria Ussai.


Grazie ai risultati ottenuti in precedenti esperienze, lo studio viene esteso ora a livello nazionale, a conferma della volontà di trasferire la gestione delle patologie croniche alla realtà locali, e attribuire un nuovo peso sociale ed economico alla farmacia, come presidio sul territorio.


Il farmacista infatti, nel contesto della farmacia dei servizi (Dlgs 153/09), è stato identificato come figura chiave del pharmaceutical care, ovvero l’educazione sanitaria del paziente che mira ad un servizio a 360°, dall’individuazione dei primi sintomi al monitoraggio dell’adeguatezza dell’autocura e dell’aderenza alla terapia.


Lo studio si articola in diverse fasi:

- l’arruolamento delle farmacie sul territorio nazionale;

- la formazione univoca dei farmacisti aderenti, attraverso un corso erogato in modalità FAD;

- la somministrazione di questionari in farmacia a tutti i soggetti che, con un attacco di dolore cefalico in corso, richiedano un consiglio per un trattamento. I questionari verranno predisposti dagli specialisti di Anircef, con il supporto di FI.CEF, ed inseriti su uno specifico database per le successive analisi epidemiologiche e statistiche e per la valutazione conclusiva.

 

Le indagini sin qui condotte hanno evidenziato risultati assenti in letteratura, indicando il farmacista quale primo riferimento nella catena sanitaria che mira ad accompagnare un soggetto emicranico ad acquisire una adeguata diagnosi, poiché correttamente indirizzato ad uno specialista ed una quindi corretta terapia.

Queste nuove evidenze assumono altresì maggior rilevanza se si considera che l’emicrania resta una delle malattie più diffuse al mondo e crea grande disabilità e pessima qualità della vita nel paziente che ne soffre, soprattutto se ha un’alta frequenza di attacchi.

 

Questo l’indirizzo mail  per dare la propria disponibilità ad essere parte attiva del progetto: dariusky@libero.it 

 

 

La dott.ssa Daria Ussai


 Articolo di Farmacista 33 sul Progetto Nazionale Cefalee 2016

 


« torna alle news

Copyright ©2018 Ordine dei Farmacisti della Provincia di Treviso